Entro il 31 dicembre 2021 viene data la possibilità a tutti i professionisti sanitari che non abbiano soddisfatto l’obbligo formativo individuale triennale di completare il conseguimento dei crediti con formazione ECM svolta nel triennio successivo.

Da un triennio già chiuso con la certificazione dell’assolvimento dell’obbligo di formazione si possono prelevare e spostare solo i crediti “in eccedenza”, cioè quelli acquisiti oltre il tetto degli ECM necessari per l’assolvimento dell’obbligo formativo individuale. Pertanto, i crediti maturati in eccedenza entro il 2019 possono essere spostati sul triennio 2014-2016, mentre per il periodo 2017-2019 è possibile fare la stessa operazione con i crediti conseguiti entro il 2021. I crediti che vengono utilizzati quale recupero del debito formativo e trasferiti per competenza al triennio precedente, non saranno conteggiati ai fini del soddisfacimento dell’obbligo del triennio in cui erano stati originariamente maturati.

L’accesso a https://application.cogeaps.it/login si avvale del sistema di autenticazione della regione Veneto tramite identità digitale (SPID).

Delibera Commissione nazionale per la formazione continua